gtag('config', 'UA-125043120-1');

Migliaia di individui, una sola mente

Migliaia di individui, una sola mente - Entanglement e sincronicità. Edizioni PensareDiverso

Privacy Policy
Vai ai contenuti

Menu principale:

Migliaia di individui, una sola mente

MIGLIA DI INDIVIDUI, UNA SOLA MENTE

Sincronicità: un mondo tutto da scoprire


Ci sono fenomeni biologici che non possono in alcun modo essere spiegati dai correnti modelli biochimici e fisici. Ad esempio non esiste ancora una spiegazione convincente della precisa sincronia di volo o di flusso che si può riscontrare nelle armoniose e cangianti geometrie prodotte da grandi stormi di uccelli o da branchi di pesci. Addirittura in alcuni tipi di pesci, l'intero branco sembra comportarsi come una sola mente. Questa mente sente l'approccio di un predatore e in un attimo è in grado di coordinare la manovra evasiva del gruppo. Oppure possono comportarsi come una "palla" che esplode in tutte le direzioni per poi ricongiungersi istantaneamente in un gruppo compatto. Gli stormi di uccelli agiscono in maniera pressoché identica. Non è cosa non comune per uno stormo crescere fino a 100.000 componenti, e nonostante questo lo stormo può cambiare direzione quasi istantaneamente, e non sembra proprio che il cambio di direzione sia il risultato di un ordine di un qualche "capo-formazione" Sembra proprio che i pesci e gli uccelli (e similmente anche altre specie animali) posseggano una specie di sesto senso che guida i loro movimenti in sincrono o che essi siano soggetti a un qualche tipo di campo in grado di coordinare armoniosamente il loro comportamento come gruppo.
Per saperne di più
Cenacolo Jung-Pauli ti consiglia


Edizioni PensareDiverso  2018
ISBN 9788894299175. Pagine   350. Formato 17x24.  Illustrato
La prima parte (Le intuizioni) tratta la realtà illusoria e l’esistenza di un livello di coscienza trascendente la materia. La seconda (Le conferme) descrive il cammino della fisica quantistica dall’esperimento della doppia fenditura di Thomas Young, alla conferma dell’Entanglement. La terza (Le prospettive) descrive le teorie di David Bohm sul potenziale quantico e sull’universo olografico...   DI PIU'
DOVE LO TROVI
Disponibile in formato stampato o ebook su Amazon, IBS e maggiori  negozi online
Le incredibili costanti che uniscono il mondo microscopico a quello macroscopico sembrano avere un loro corrispettivo nel mondo psichico
Forse l'incredibile coesione mostrata dal volo sincronizzato di stormi di uccelli rappresenta la miglior rappresentazione iconografica che la natura ci mostra di un fenomeno di portata vastissima. Un fenomeno che si propaga dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande, passando attraverso il mondo biologico, l'uomo e la sua società: “entanglement”, ovvero: "intreccio"
Queste incredibili costanti che uniscono il mondo microscopico a quello macroscopico sembrano avere un loro corrispettivo nel mondo psichico e nelle sue sconcertanti manifestazioni. Noi ci troviamo di fronte a un fenomeno su vasta scala, che ci mostra in maniera estremamente palese, in che mare di ignoranza abbiamo vagato per secoli, come un pezzo di legno in balia delle onde, incapace di dirigersi in precise direzioni. Ma tutto questo è normale, dal momento che l'incertezza che affligge non solo il mondo quantistico, ma anche la conoscenza umana stessa, è un fatto sintomatico e prevedibile, perché noi viviamo in uno stadio di civilizzazione e di evoluzione delle conoscenze scientifiche che si trova ancora nella fase embrionale. Nessuno discute i notevoli risultati e progressi raggiunti nella scienza e nella tecnologia, e la capacità dell'uomo di comprendere e padroneggiare il mondo della materia in cui vive.

Per saperne di più
Cenacolo Jung-Pauli ti consiglia


Edizioni PensareDiverso  2017
ISBN 9788894299106. Pagine   204x. Formato 17x24.  Illustrato
“Turbato da un presentimento, rinuncia a partire e si salva la vita”. Quante volte abbiamo letto una notizia come questa dopo un disastro aereo? Altri presentimenti, spesso più comuni, sono legati alla vita quotidiana di ciascuno di noi. Così pure episodi di telepatia o altre sensazioni dell’anima costellano l’esistenza degli uomini....DI PIU'
DOVE LO TROVI
Disponibile in formato stampato o ebook su Amazon, IBS e nei maggiori negozi online
Ci siamo troppo concentrari sul mondo della materia

Abbiamo creato un legame stabile e dinamico nel mondo tramite le tecnologie informatiche e multimediali; abbiamo esplorato una buona parte del sistema solare. Facendo tutto questo noi ci siamo concentrati sul mondo della materia, quello in cui viviamo e dove dobbiamo imparare a sopravvivere ogni momento della nostra esistenza. Giorno dopo giorno siamo diventati sempre più vittime dello scorrere del tempo, e sempre più prigionieri di uno spazio fisico che ci basta sempre meno. Ci siamo talmente concentrati sul mondo della materia, che oggi non riusciamo nemmeno un attimo a intravedere la meraviglia armoniosa e sincronica del volo degli stormi di uccelli o dei variopinti branchi di pesci. Siamo talmente stressati dalla nostra stessa ricerca forsennata del piacere e dalle nostre brame di dominio, che ci siamo completamente dimenticati della natura duale dell'universo: mente e materia, tra loro perennemente interagenti. Noi ci siamo concentrati sulla seconda e abbiamo continuato a ignorare il meccanismo armonioso che fa compenetrare tra loro la materia, l'universo che ci circonda, il nostro corpo, il nostro cervello, con una vera e propria “mente dell'universo".
Non un universo sterile fatto di gas e sassi, ma un universo cosciente

Ma questi misteri non sono un sogno nella nostra psiche;, ma è stato proprio il metodo teorico-sperimentale della scienza stessa, e della fisica in particolare, a farci comprendere che il mondo misterioso della non-località non vive separato dal nostro essere fatti di materia, ma ne è parte integrante.
è fisica, non metafisica: cioè quella parte della fisica che costituisce la parte sommersa di un iceberg, che adesso stiamo intravedendo, e che un giorno ci porterà a mettere a punto una tecnologia dalla portata inimmaginabile, in grado di connetterci con tutte le intelligenze dell'universo.
Un "risveglio assieme", dopo un torpore durato migliaia di anni, in uno stato di ibernazione che sembrava non finire mai.
Per quanto l'umanità continui a farsi governare da un materialismo sfrenato, un gruppo di scienziati in campi abbastanza svariati si è accorto che noi viviamo in una vastissima realtà. Una realtà non controllata da altri se non da tutto quanto la costituisce. Un tutto governato da un quadro di coerenza, dove l'interazione tra le sue parti è sincronica, senza alcun capo o dominatore, Ma solo un unico ideogramma che si riproduce ovunque, dalle particelle elementari, al mondo della Vita, fino alle grandezze cosmiche da cui tutto è nato. Non un universo sterile fatto di gas, sassi, e molecole organiche governate da casuali meccanismi biochimici, ma un universo cosciente che è stato pensato esclusivamente per la vita e l'intelligenza, la cui matrice primigenia giace in un luogo senza spazio e senza tempo, da cui sgorga con continuità come acqua di sorgente l'informazione sulla reale identità del creato. Basta solo aprire il Libro della Conoscenza alla pagina giusta per trovare l'informazione che cerchiamo.

(Tratto dalle considerazioni conclusive al volume “Entanglement. L’intreccio del mondo quantistico: dalle particelle alla coscienza” di Massimo Teodorani, Macro Edizioni)

Collegati
RealTime
con il nostro Cenacolo Jung-Pauli


Iscriviti alle nostre news



Torna ai contenuti | Torna al menu